RED STARS

GENNAIO

La premessa. È doveroso, per chi si occupa di astrologia, ricordare che le previsioni divise per segno zodiacale non si sostituiscono all’analisi del tema individuale. I temi di nascita hanno una ricchezza che non può essere esaurita in questa approssimazione. L’oroscopo come qui appare si rivolge alla posizione del Sole, che è centro e essenza di un tema, ma non è il tema. Il vostro Mercurio, Marte, la vostra Luna, possono trovarsi in segni diversi rispetto a quello in cui si trova il Sole e, quindi, meritano un’attenzione particolare. La classifica:

1.Pesci

2.Scorpione

3.Vergine

4.Capricorno

5.Gemelli

6.Sagittario

7.Aquario

8.Leone

9.Toro

10.Ariete

11.Bilancia

12.Cancro

2018 è un numero che mette pace. Forse per quell’essere pari, ma non bisesto. Forse per quell’otto che parla di infinito. Pare tutto ordinato, quasi ci fosse un punto a capo. Saturno passa in Capricorno in coincidenza della fine dell’anno, come in un registro contabile. Chi ama i bilanci è felicissimo di questo rigore e di tanta precisione. Contenti anche gli spirituali, i profondi, coloro che non si accontentano della superficie. Giove in Scorpione e Nettuno in Pesci aprono le porte dell’ignoto, scavano nella roccia finché non si trova l’acqua, lo spirito, il Senso. Al segno dei Pesci va la medaglia d’oro, conseguenza di una combinazione planetaria che non si mette mai di traverso. Nel quadro combinato di Saturno in Capricorno e Giove in Scorpione, che colorano l’anno nuovo di durezza, serietà, rigore, profondità, attesa, resistenza e gelido realismo, al segno più fantastico e surreale dello Zodiaco viene concesso di muoversi benissimo, in piena libertà. Da sotto, dal basso, dalle profondità misteriose, dall’ignoto e dallo sconosciuto, si apre la via che porta in superficie. Se la costruzione di Saturno in Capricorno è solida e inamovibile, il suo progetto può seguire linee naturali, colorate, moderne, come in una casa di Gaudì. Anche l’arco catenario, con la linea libera, curva e morbida, può reggere strutture millenarie e riempirle di un nuovo significato.

Ariete

Con voi la schiettezza. Sempre. Poco fronzoli. Si conclude un periodo elettrico, dinamico, spesso travolgente e rivoluzionario, mosso dalla spinta della congiunzione di Urano, che resta attiva solo per pochi di terza decade. Quadratura di Saturno attiva per i nati tra 23 e 30 marzo. Un sacrificio è richiesto, in termini di energia, riflessione, esitazione. Fare un passo indietro, placare l’ossessione paranoide che fa vedere nemici ovunque, lavorare verso l’alto e trasformare le tensioni comprimenti in fortezza di spirito. Tutta la grinta e la carica che vi contraddistingue merita di essere destinata a obiettivi più alti. C’è un fuoco sacro che deve sganciarsi e ripulirsi dal profano e dal contingente, dal fidanzato insoddisfacente, dalla crisi incombente. Divisi fra una scelta impetuosa e il bisogno di protezione. Serve a poco nascondere la debolezza. Per tutti gli altri del segno il 2018 si presenta come un terreno fertile su cui si può costruire e avanzare, specie in ambito lavorativo e di relazioni sociali.
Mantra: Io sono più forte della mia forza.

Capricorno

Sta per terminare la lunga quadratura di Urano, ormai in sosta solo sugli ultimissimi gradi del vostro segno. Fine degli attriti, dei rallentamenti, dei litigi, dei carichi di lavoro sproporzionati, delle richieste insaziabili provenienti da ogni lato. Decontrazione muscolare. Sciogliete le spalle, respirate basso, sentite vibrare la colonna vertebrale che si sistema in ogni sua curva. Giove in ottimo sestile è una tisana rilassante, che scalda la gola ai nati tra 4 e 14 gennaio. Nettuno ispira i nati fra 4 e 7 gennaio, porta nuove visioni, leggerezza, progettualità e innamoramenti sognanti. Il 2018 è sinonimo di sguardo verso il lontano, di apertura, abbondanza, vento che gonfia le vele, mani che possono staccarsi dal timone. Per i nati di prima decade, la congiunzione di Saturno ha un effetto diverso: il rischio è l’eccesso di rigidità, il sacrificio no-limits, l’abnegazione duratura che rimanda il piacere a data da destinarsi. Fate in modo che solo pochissimi dipendano da voi.
Mantra: mi libero alla sensazione di un dolce abbandono

Leone

Molti di voi hanno realizzato e stanno realizzando i sogni di una vita. Amori, successi lavorativi, nuovi regni che sono nati grazie al coraggio e alla tenacia del vostro cuore potente. Reduci da due anni di transiti favorevoli, che vi hanno messo in alto e al potere, ora qualcuno potrebbe avere la tentazione di guardar giù e provare un senso di vertigine. Il 2018 non ha il volto di un mostro cattivo, potete stare tranquilli. Se la quadratura di Giove dallo Scorpione, per i nati dal 6 al 16 agosto, disegna nuvole scure in un cielo limpidissimo, questo non è automaticamente sintomo di un temporale, né di un arretramento rispetto a quanto fino ad oggi conquistato. Una riflessione sull’ombra, sul perché vi faccia tanta paura o sul perché non vogliate proprio vederla, è consigliabile. Così come una più oculata gestione del denaro e una visione strategica degli obiettivi, capace di attendere e valutare. Primavera e estate sull’attenti per i nati di prima decade: l’opposizione di Marte è una miccia incendiaria che rischia di bruciarvi i polpastrelli. Non tenete fra le mani nulla di esplosivo, non fatevi trovare impreparati alla prova fisica. I nati fra 21 e 23 agosto godono ancora di uno splendido trigono di Urano, promessa di traguardi che oggi sembrano lontanissimi.
Mantra: la mente consapevole è la torcia che m’illumina nel buio.

Toro

Non smettete di danzare. Anche quando vi fate strada fra la folla in metropolitana, voi non perdete un centimetro della vostra morbidezza. Gli spigoli si annidano dietro gli angoli bui dell’opposizione di Giove, attiva per i nati tra 4 e 14 maggio. Pungono con umori altalenanti, ostacolano la realizzazione di progetti, oscurano la vista e la visione, alimentano angosce di abbandono e improvvise gelosie, tolgono l’appetito e qualche euro dal portafogli. Tuttavia il quadro generale è di tutto rispetto. Plutone, Nettuno e Saturno sono pianeti che agiscono su orizzonti più ampi e spingono al cambiamento. Una virata lenta, ma ispirata, ben salda a terra, è ciò che davvero caratterizza questo e i prossimi anni. Un passo importante nella direzione che vi è più congeniale, che sia il lavoro o la famiglia o l’assetto definitivo di un semplice, meritato e stabile benessere. In quest’ottica si può accettare l’opposizione di Giove come una rinuncia in funzione di un progetto ben più grande. Primavera e estate bollenti per una prima decade, che dovrà fare molta attenzione a non scottarsi.
Mantra: Non guarderò solo coi miei occhi.

Vergine

Siete tra i segni favoriti per il nuovo anno. La combinazione del sestile di Giove e del trigono di Saturno è un disegno che lascia pochi dubbi e accontenta da un lato il vostro senso di responsabilità, con buone prospettive sul fronte lavorativo, e dall’altro la vostra voglia di evasione godereccia, con una ventata di aria nuova per viaggi, svago e mondanità - pur sempre ricercata -. Transiti tanto gentili da non generare nemmeno l’ansia del numero uno. Siete de-responsabilizzati, potete stare defilati. Vi vedranno, solo se vorrete. E intanto consoliderete, senza dover correre né sgomitare, le vostre posizioni. Amori che rispondono bene, sono sistemati abbastanza per lasciarsi sistemare ancora un po’ da voi. Hanno la scarpa giusta, le parole che servono, i modi che vi piacciono. Vi lasciano liberi, ma non se ne vanno troppo lontano. In questo quadro idilliaco, solo i nati fra 6 e 9 settembre, con Nettuno in opposizione, sentono di aver perso la strada e intavolano discussioni con l’altro mondo per sfuggire alla nevrosi. Se capiti, questi dialoghi hanno la forza di creare nuove fondamenta filosofiche d di ribaltare una visione dell’esistenza che era troppo stretta e condizionata.
Mantra: Non c’è separazione fra me e il mondo in cui vivo.

Acquario

Il 2017 vi ha restituito una libertà che mancava da molto tempo. Soprattutto ha sciolto le catene che vi eravate costruiti da soli. Vizi, fissazioni, paranoie, eccessi, trasgressioni, fantasie. Tutto ciò che era nato come forma di evasione, si era trasformato inevitabilmente in pericolosa dipendenza. Bloccante. Oggi non è più così e il vostro umore ne è la testimonianza più evidente. Questo traguardo importante non deve essere consumato dalla quadratura di Giove, unico aspetto faticoso di tutto il 2018, che interessa i nati fra 2 e 12 febbraio. Lontani dai giochi labirintici, mantenete una via autentica, anche quando lo scherzo, la maschera e il mistero vi attirano come calamite. Pretendete la verità, dichiarata e schietta, anche quando i silenzi sembrano stimolanti e attraenti. Uscite, per quanto possibile, alla luce del Sole, anche se dovete rinunciare alla discrezione e alla privacy. Primavera e estate colorate dalla congiunzione di Marte per i nati di prima decade. Si vola altissimi, preparare un paracadute funzionante.
Mantra: La mia libertà vale più di ogni finzione.

Bilancia

Il senso del sacrificio non vi manca. Lo private del lamento, nessuno vi deve sentire. Lo organizzate di modo che non vi tolga il sorriso. Se, come annunciato, Saturno si mette di traverso per i nati tra 25 settembre e 3 ottobre, allora l’istinto cerca una maniera per preservare le passioni. Delle mille che notoriamente vi appartengono, quale sarà la più rinunciabile? Quale sarà il giusto equilibrio fra il dentro – postura riflessiva, introspettiva e orientata all’inconscio – e il fuori – mondo, richieste della vita, bisogno di affermazione? Per natura non siete mai certi di aver lavorato abbastanza. Voi, il vostro esame, non lo superate quasi mai. Conviene allora discutere con l’esaminatore e trattare sulla valutazione. Chi sta a garanzia della sua autenticità? Quali sono i criteri? Le prove sono misurate alla preparazione? Non si tratta di fare sconti, ma di essere giusti. Lo siete con tutti, difficilmente lo siete con voi stessi. Domande simili e più strettamente connesse a una questione di identità, sono sul banco dei nati fra 21 e 23 ottobre e fra 12 -15 ottobre.
Mantra: Il giudice migliore mi ha promosso dalla nascita.

Pesci

Gli ultimi saranno i primi, specialmente se sono stati misericordiosi. Siete in vetta, in cima a ogni classifica, favoriti sulla carta, con una schiera di pianeti dalla vostra parte e nemmeno uno contro. Plutone, Nettuno, Urano, Saturno e Giove. Tanta abbondanza si vede raramente e accontenta tutte le decadi. A voi la responsabilità di restituire poesia, musica, fantasia e spiritualità a un mondo che se le è dimenticate. A voi la libertà di esprimere l’unicità, la profondità, la saggezza del meditare. A voi il tempo e lo spazio, con cui giocate volentieri e che riempite e svuotate a piacimento. Si sa che non rinuncerete al lamento, che avrete ondate di pesantezza, ma il regalo più grosso è la facoltà di sparire, se occorre, senza che nessuno vi possa ostacolare. E quegli amori che proteggete bene da ogni definizione, si sentiranno liberi di andare in pace, con la vostra benedizione. Saranno lì quando ne avrete bisogno, non avranno pretese. Il 2018 suona una musica celestiale e voi non avete bisogno di fare nulla. Dovete solo ricordarvi che sta suonando per voi.
Mantra: sono perfettamente in pace con tutto ciò che non esiste.

Scorpione

Il segno in cui transita Giove, normalmente, è ritenuto uno dei fortunati dell’anno. E’ il vostro turno. Ma non basta. Plutone è in buon aspetto per i nati fra 11 e 14 novembre, Nettuno in trigono per i nati fra 6 e 9 novembre, Saturno in sestile per i nati fra 26 ottobre e 2 novembre. Una schiera di pianeti accontenta (quasi) tutti i nati del vostro segno, con modalità differenti. Plutone sarà foriero di rivoluzioni profonde e epocali, Nettuno porterà leggerezza e nuove frontiere, Saturno renderà il favore dei potenti e sarà garante di un Io più stabile, meno conflittuale. Giove, infine, che accarezza le guance soprattutto alla seconda decade, regala morbidezza, smussa gli angoli, esalta gli azzardi e li protegge dai rischi, regola i sistemi di possesso. Va detto, a onor del vero, che la sfumatura pubblica e esibizionista di Giove, può dar fastidio a chi non vuole uscire dalle tenebre, a chi ama vivere a contatto col segreto e col mistero. Qualcosa può venire alla luce e si potrebbe giocare d’anticipo, scegliendo, strategicamente, cosa, come e quando. La regia è tutta vostra. Sbizzarritevi. Un occhio di riguardo al periodo primavera- estate, per i nati di prima decade. Placate le trasgressioni.
Mantra: Conosco e esibisco la parte migliore di me.

Gemelli

Non c’è tempo da perdere e voi lo sapete bene. Re e regine del multitasking, anche quando avete deciso di occuparvi di uno e un solo affare, la vita accende lampadine ovunque , su cui volate come farfalle colorate. Un attimo solo, vi dite, ma in quell’attimo è già nato un progetto. Molti di voi festeggiano la fine dell’opposizione di Saturno, ma uno sguardo al tema individuale è necessario, per verificare la situazione di eventuali pianeti che risiedono vicini al vostro Sole. Sole che è centro, in ogni caso, essenza e territorio di un Io sempre più stabile. Fatta eccezione per i nati fra 4 e 7 giugno, in balia di monsoni del cuore e bore del pensiero, e per i nati fra 19 e 21 giugno, lanciati come missili appassionati verso nuovi universi, i nati del segno posso godere di una misurata quiete, con la libertà di agitarla a piacimento. Si può andare in aeroporto e prendere il primo volo. Si può conoscere e dimenticare. Si può tentare senza perdere. Si può osare, senza rinunciare. Corpo e mente in sintonia perfetta, specialmente per i nati di prima decade, spinti tra maggio e ottobre, a girare vorticosamente per il mondo. Sovraccarico di stimoli che vi piacerà un sacco, perché privo del pesante carico di responsabilità degli ultimi anni.
Mantra: Sono parte dell’aria che respiro.

Sagittario

Mettere il freno a voi è un’azione pericolosa. Si rischia il cortocircuito, il testacoda. Da tempo le figurazioni celesti non offrono una via totalmente libera, chiara e fortunata. Anzi, spesso vi è stato richiesto di tornare e ritornare sui vostri passi, di farne due avanti e poi mille indietro. Lenti. Tanto lenti che a voi sembra di essere sempre fermi. Ma fermi non siete. Le trasformazioni profonde si compiono in archi di tempo lunghissimi e serve una visione dall’alto per poterle capire a fondo. Da quando vi hanno infilato nell’angolino, a svolgere il compitino, per gestire il quotidiano, avete perso l’abitudine di guardare tutto dall’alto, da quella posizione di massima fiducia nella vita che vi ha sempre definito. Una posizione di vicinanza al divino, in cui siete talmente connessi e sintonizzati con i vostri desideri che essi si realizzano naturalmente. E’ il momento di recuperare questo equilibrio tra terra e cielo, tra corpo e mente, tra sogno e realtà. Padroni assoluti del presente e del futuro, uscite dall’angolo e lasciate che la vita accada. Solo i nati fra 6 e 9 dicembre girano su se stessi. Necessario chiarire la direzione, una e univoca.
Mantra: Mi lascio trasportare con fiducia dalla vita.

Cancro

Pare che per voi non finisca mai. Aveva iniziato Plutone nel 2008, poi Saturno nel 2010, poi Urano nel 2012. Ora Saturno torna nuovamente in opposizione, mentre Plutone oscilla ancora su gradi scomodi. Serve fare chiarezza. Se è vero che le difficoltà della vita sono proporzionali alla capacità di sopportarle, allora dovremmo concludere che siete tra i più forti dello Zodiaco. E questo è il punto. Gli anni hanno dimostrato che siete resistenti, senza essere freddamente impermeabili; che sapete far fronte alla realtà, senza essere biecamente realisti; che sapete aspettare, senza restare impalati; che siete coraggiosi, senza nascondere con orgoglio le vostre paure; che siete rispettosi delle regole del mondo, senza rinunciare alla vostra unica, personale e poetica visione delle cose. Da questa consapevolezza di può costruire un anno meraviglioso, in cui l’opposizione di Saturno, che interessa i nati fra 24 giugno e 1 luglio, prende il significato di una ulteriore conquista verso l’indipendenza, liberazione dagli affetti maniacali e dalle simbiosi eccessive.
Mantra: Il puro diamante non si rompe mai.

Are you curious about your zodiac sign? Guessing what the stars say? Ask our RedMilk Astrologer and discover all you want to know about! He will publish the answers to the most curious and interesting questions.

redstars@redmilkmagazine.com

A visionary and arcane interpretation of the star signs. The texture research starts from the study of natural material. Wood and marble become graphic surfaces which play with geometry and colors.

LaTigre is a multidisciplinary creative consultancy that specializes in refined visual design solution and data visualization for small to large, local and global clients.

© All rights reserved illustrations by LaTigre Milano - agency SVPERBE