MIU MIU WOMENS’TALE NO.14

"THE END OF HISTORY ILLUSION" DI CELIA ROWLSON-HALL, IL QUATTORDICESIMO FILM DI MIU MIU RAPPRESENTA UNA FUGA DALLA CRUDA REALTÀ ED ENFATIZZA LA COMPLESSITÀ DELL'ESSENZA FEMMINILE.

“Sappiamo bene che l’attuale clima politico ha completamente sconvolto il vostro mondo” annuncia la voce fuori campo dello spot pubblicitario anni ’50. “Un rifugio sotterraneo è la vostra migliore difesa contro la ricaduta radioattiva”. Musica, gemelli che ballano il tip-tap e una ballerina-cuoca. Sottoterra un villa-bunker di lusso, una vita apparentemente perfetta sino a che non suona la sirena dell’allarme nucleare. (The [End) of History Illusion], è il quattordicesimo film commissionato da Miu Miu per Women’s Tales, la serie di cortometraggi che invita cineaste tra le più originali a indagare su vanità e femminilità nel XXI secolo.

Del suo corto per Women’s Tales, la regista Celia Rowlson-Hal racconta: “Volevo analizzare il fenomeno dell’affarismo che sfrutta la paura, la realizzazione di uno spettacolo per distrarre e intrattenere, una fuga dalla realtà che ci circonda.” Il corto è ambientato nell’epoca della guerra fredda, in un rifugio nucleare a Las Vegas. “Quando ho visto la nuova collezione Miu Miu c’è stato qualcosa nei tessuti e nei colori che mi ha fatto venire voglia di creare personaggi adatti ad abitare questo spazio” .

Mentre gli eventi disastrosi in superficie fanno sentire i loro effetti anche sottoterra, questi personaggi lentamente si sgretolano e la comunità dai colori pastello non riesce più a reggere l’illusione da musical hollywoodiano. La nuova realtà genera caos e confusione.

 

Official Website www.miumiu.com
Courtesy of press office