FESTIVAL INTERNAZIONALE DI DANZA CONTEMPORANEA

DAL 23 GIUGNO AL 1 LUGLIO 2017 VA IN SCENA, ALL'INTERNO DELLA BIENNALE DI VENEZIA, L'UNDICESIMA EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DI DANZA CONTEMPORANEA.

Sarà diretto da Marie Chouinard, coreografa canadese, il progetto di questa nuova edizione del Festival che comprenderà anche la sezione Arte, Architettura, Cinema e Teatro. Con la sua sensibilità artistica, saprà offrire una straordinaria qualità progettuale, soprattutto grazie al suo modo di sperimentare nelle sue varie rappresentazioni il concetto di ballo. Già nel 1999 aveva partecipato alla primissima edizione della Biennale di Danza, portando in scena Les Solos 1978-1998, un’antologia dei suoi pezzi da solista che l’hanno resa celebre in tutto il mondo.

Nel 2001 presenta invece due lavori di gruppo appositamente creati per la sua compagnia: Les 24 Prèludes de Chopin, fondata sulla classicità dei movimenti e Le Cri du Mond che osserva l’architettura perfetta del corpo umano e ne carpisce la tecnica di gesti puliti e lineari; nel 2005, in prima mondiale, è il momento di Body_Remix/Goldberg Variations, balletto in due atti, in cui i danzatori eseguono “esercizi” accompagnati da stampelle, grucce e barre orizzontali per poi liberarsene e mostrare la vera potenza del corpo, fluido. Infine, nel 2010, la poliedrica coreografa si esibisce, dopo ben dieci anni di distanza dalla sua ultima performance, con l’assolo Gloires du matin.

Marie Chouinard, classe 1955, ha una visione primitiva, ma al tempo stesso raffinata e considera la danza un’arte sacra da compiere con rigore assoluto. All’interno del Festival di Danza Contemporanea nasce quindi il progetto “Biennale College“, rivolto alla formazione di giovani artisti dai 18 ai 23 anni, che ha proprio lo scopo di promuovere i talenti e di entrare nello “spirito” della Biennale. Un’ istituzione internazionale che offre un altissimo percorso artistico di 12 settimane, dal 4 aprile al 26 giugno 2017, a 15 giovani danzatori che presenteranno al pubblico, durante la serata conclusiva della manifestazione, una nuova creazione diretta dal coreografo Benoît Lachambre.

I nomi sono illustri e noti agli addetti ai lavori: con Dale Russell, Nora Benian, Judith Koltai, Maria Raffaella Dalla, Katja Cheraneva, Frances Chiaverini, Josh Johnson, Roberta Mosca, David Kern, ed il sopra citato, Benoît Lachambre come insegnanti, i giovani ballerini assaporeranno ed affineranno tecniche corporee e presteranno il corpo a nuove interpretazioni della danza contemporanea. Tutto ciò nelle magiche cornici del Teatro Piccolo Arsenale, ex cinema Arsenale, e del Teatro alle Tese, ampio capannone cinquecentesco dove venivano tese le vele, che si affacciavano sulle Gaggiandre, gli antichi cantieri navali veneziani.

La Biennale di Venezia, da sempre all’avanguardia nella scelta, creazione e promozione di nuove visioni delle arti in generale, offre allo spettatore, attraverso il Festival Internazionale di Danza Contemporanea un percorso intenso, a favore di nuove espressioni corporee, atto a regalare al ballo un forte impatto visivo ed emozionale.

Official Website

Photos courtesy of Press Office

Testo di Barbara Cialdi