CHEVALIER, UN CONDENSATO DI TESTOSTERONE E SURREALISMO