IRENE NEUWIRTH

NATALIA BONIFACCI HA INCONTRATO IRENE NEUWIRTH IN UN POMERIGGIO CALDO E SOLEGGIATO. NELLA LOS ANGELES DI DICEMBRE SI SENTE IMPROVVISAMENTE ARIA DI NATALE: LA DESIGNER CALIFORNIANA DI GIOIELLI È OCCUPATA NELLA DECORAZIONE DELL’ALBERO UN ALBERO ALL’INTERNO DEL SUO NUOVO, E PRIMO, STORE. LO SPAZIO, AL 8458 DI MELROSE PLACE È STATO MERAVIGLIOSAMENTE PROGETTATO DA COMMUNE, IL COLLETTIVO CHE DA DIECI ANNI HA BASE AD L.A. MENTRE NEUWRITH DECORA L’ALBERO CON PICCOLI CERVI IN FELTRO, RACCONTA DELLE SUE ISPIRAZIONI E CONDIVIDE I SUOI PENSIERI, LASCIANDO CHE NATALIA SBIRICI NEI MEANDRI DEL SUO MONDO

redmilk_irene_img1

Descrivi il tuo brand in tre parole
Sofisticato, giocoso, per sempre.

Quando eri piccola che mestiere sognavi di fare?
Volevo insegnare equitazione.

Ora sei una designer di gioielli, come sei arrivata a questo?
Insegnavo equitazione e i miei genitori mi hanno detto “Devi trovare un lavoro”. “Perché ?! Questo è il mio lavoro da sogno!”. “Guadagni 9 mila dollari all’anno, è necessario che tu faccia qualcosa d’altro” (ride). In ogni caso, come hobby, facevo già gioielli e le persone mi fermavano spesso per chiedermi dove avessi preso quelli che indossavo. Così ho fatto dieci collane di perline e ho chiamato Barney. Ho scritto loro una nota con un pennarello dicendogli che mi auguravo le gradissero. Mi hanno chiamato e sono stati il mio primo cliente (la società è stata fondata da Irene nel 2003, con il suo socio in affari Tracy Stoll).

Quale incontro è stato più influente nella tua carriera?
Ce ne sono state tanti ma credo che, per me, sia incontrare le mie clienti. Queste donne molto forti, potenti e di successo che hanno costruito la loro carriera sono fonte di ispirazione.

Qual è il tipo di donna di Irene Neuwirth?
Ha un forte senso di sé e ama correre dei rischi. I miei gioielli sono capricciosi, è necessario quindi avere una sorta di sensibilità per essere attirati da loro. Direi che il tipo Irene Neuwirth è una donna creativa, una donna forte che si conosce.

Di quale progetto corrente sei entusiasta? Immagino del negozio…
Sì. Questa è l’unica cosa presente nella mia mente (ride). Abbiamo lavorato sette mesi per questo ed è il mio sogno da sempre e ora, beh, era proprio il momento giusto. Tutto è venuto insieme, organicamente ed è stato il progetto più divertente.

Ti rappresenta davvero e qui ci si sente come a casa piuttosto che dentro un negozio
Grazie! Sento che mi cattura davvero. Se si guarda il sito communedesign.com si percepisce come sia bello, di impeccabile gusto ma tutto sembra molto diverso da questo. Se si cammina in casa mia o se si cammina nel mio ufficio, se si guardano i miei gioielli… penso che tutto faccia immedesimare con questa stanza. Inoltre, in generale, i negozi di gioielli fanno sentire intimiditi nel muoversi al loro interno, ci si sente come se non si potesse toccare niente. Noi abbiamo voluto creare qualcosa che andasse contro questa sensazione.

Qual è la qualità che ammiri di più nelle persone?
L’abilità nell’andare per la propria strada.

E cosa invece ti piace meno?
La disonestà.

Qual è la tua migliore qualità e il tuo più grande difetto?
Sono troppo passionale e direi che è sia la mia cosa migliore che quella peggiore. Sono così emotiva: posso essere super eccitata e subito dopo così arrabbiata. Quando esprimo un’emozione è grande qualsiasi sia.

Se potessi indossare solo un pezzo di gioielleria per il resto della tua vita, quale sarebbe?
È quasi impossibile! Beh, ho una collana che amo molto. Qualcosa di personale.

Quale pezzo di gioielleria ogni donna dovrebbe possedere?
Un pezzo di livello: una lunga catena o una lunga collana di pietre, qualcosa che si può abbinare ad altro.

Qual è la parte che preferisci del tuo lavoro e quella che invece ti piace meno?
Mi piace così tanto il mio lavoro! La cosa più difficile? Posso rispondere con più facilità. Essere un capo. Ho sempre voglia di essere amica di tutti, quindi è difficile per me stabilire i confini.

Come si arriva a questo nel modo migliore? Ci sei arrivata?
Quello che ho imparato di più nel corso del tempo è quanto sia importante delegare. Quindi se ti circondi di persone valide succede. Ho le persone più incredibili intorno a me: mi sento molto fortunata.

Mi chiedevo, non hai mai ricevuto qualche gioiello in regalo?
No. La gente ha paura (ride).

Il tuo fidanzato non te ne ha mai regalato alcuno?
È pietrificato (ridiamo). Ho una collana di perle che mi ha preso a St Barts dieci anni fa.

Non hai mai voglia di comprare gioielli per te?
No. Non so perché, però, dovrei. La cosa divertente è che non sono mai stata una “grande persona da gioielli”: è capitato di innamorarmi di quello che faccio.

Qual è la qualità più sexy in una donna?
La fiducia.

E in un uomo?
Il senso dell’umorismo.

E invece qual è la più grande caduta di stile in un uomo?
Essere troppo pieno di sé.

Qual è il tuo odore preferito?
La rosa.

E il suono?
Quello delle onde.

Qual è il tuo prossimo obiettivo?
Vorrei solo che questo sia un grande successo (sorride in modo più simpatico).

Quando sorridi hai il cosiddetto “happiness gap” nel tuo sorriso! È così popolare nel mondo della moda in questo momento, storie divertenti su questo?
Non ne ho ma il mio dentista proprio ieri voleva convincermi a toglierlo (ride).

Qual è il miglior consiglio cheti hanno mai dato?
Lavorare duro e giocare duro.

Se ti potessi incontrare quindicenne che cosa ti diresti?
Penso che mi direi di non affrettare le cose ma allo stesso tempo di non aver paura di mettermi in gioco.

redmilk_irene_img2